Lo stile dell'anatra

Lo stile dell'anatra

Una brillante conversazione che porta La capria a passeggiare con un interlocutore immaginario lungo un viale affollato di concetti e sentimenti: un percorso che inizia con la parola "simpatia", vista come forma di conoscenza per comprendere il mondo e gli altri, e arriva fino all'esplorazione del concetto di bellezza, messo provocatoriamente a confronto con la precarietà rabbiosa dei nostri tempi.

In questi brevi saggi ritroviamo la scrittura composta e misurata dell'autore che, guidato dal senso comune, elargisce massime di una saggezza pacata, e proprio come l'anatra - "che senza sforzo apparente fila via tranquilla e impassibile sulla superficie, mentre sott'acqua le zampette palmate tumultuosamente e faticosamente si agitano" scivola senza peso sul passato e sul presente del nostro Paese, scavando in profondità nelle nostre coscienze. (Prefazione di Raffaele Manica)